Tuesday, 21 January 2014

Bonobo nel Cuore di Tenebra

Photo by Emilie Genty 
Bonobo e scimpanzé sono due primati molto simili. A prima vista si direbbe che cambia solo la taglia dato che il bonobo è più piccolo. Eppure le ampie anse del fiume Congo, separando le due specie - nessuno dei due nuota, almeno per così grandi distanze - hanno permesso una notevole differenza nello sviluppo della loro organizzazione sociale.

Lo scimpanzé si basa sul potere di un maschio sul gruppo ed una relativa gerarchia ben definita con scontri tra comunità dovuti a sconfinamenti di territorio. I bonobo invece hanno dato vita a una realtà diversa, in cui la stretta cooperazione tra le femmine ha vanificato quello che sarebbe il vantaggio fisico dei maschi, rendendoli individui isolati e dipendenti dal ruolo nel gruppo della madre. Ogni screzio o motivo di conflittualità viene sublimato nel sesso, che praticamente tutti fanno con tutti senza discriminazione, stemperando in questo modo l'aggressività.

Quando un gruppo di bonobo trova un nuovo posto in cui stare, una nuova isola felice nella giungla piena di cibo, l'eccitamento generale fa si che per prima cosa abbiano luogo attività sessuali collettive, così da dedicarsi al nutrimento con meno irruenza.

Nella stessa regione del Cuore di Tenebra di Joseph Conrad, i bonobo hanno seguito un'evoluzione alternativa, una realtà parallela che si basa sulla comprensione, l'aiuto reciproco e il contatto fisico.